Errore
  • JUser::_load: Unable to load user with id: 62

Post: 09 Marzo 2012 Pubblicato in Extensions

Abbiamo incontrato Cristian Merola e con lui abbiamo parlato di Gesi, un'azienda nascente di cui è responsabile e che opera nel campo dell'hair extension e delle parrucche.

Siamo partiti da questo presupposto: il mercato dell'estensione per capelli risulta in costante crescita, mentre la qualità del servizio offerto sta diminuendo. Allo stesso tempo sembra aumentare notevolmente l'informazione della clientela, che diventa per questo sempre più esigente. Sulla base di questi fatti, un gruppo di persone già operanti nel settore da 30 anni ha pensato di creare un progetto capace di soddisfare le particolari esigenze sorte in questi ultimi anni.

Post: 08 Marzo 2012 Pubblicato in Rassegna stampa

you cosmo

You è media partner del Cosmoprof 2012, con lo stand multimediale più importante del settore stampa. Durante la fiera, dal 9 al 13 marzo, oltre 10.000 copie di You saranno regalate agli acconciatori che verranno a trovarci. Ci trovate nel padiglione 36, stand C4/D3.

Post: 09 Marzo 2012 Pubblicato in Consigli

Post-moderno è tutto ciò che fonde tradizione e tecnologia, o più spesso ciò che li fa esistere entrambi contemporaneamente, generando il dilemma se scegliere il prodotto naturale o l'ultima invenzione tecnologica, il biologico o la chirurgia, il "rimedio della nonna" oppure le formule chimiche industriali di ultima generazione.... Si tratta della più recente versione dell'eterna lotta tra Natura e Cultura, tra Uomo e Dio. E c'è il corpo umano al centro di questa tensione: una tensione sociale, filosofica, economica, ambientale. E se - come è sempre stato anche in passato - la bellezza è una costruzione sociale e culturale, l'uomo e la donna post-moderni hanno oggi svariate strade da percorrere per costruirsi la propria bellezza, a modo loro: ricorrendo alla scienza e alla tecnologia; ritornando alla natura e alla tradizione; equilibrando i due poli, che non sono opposti, ma si compensano ed integrano costantemente. E in questa terza via rientra la riproposta di un elemento antichissimo della tradizione mediterranea - lo zafferano - come tecnica per la costruzione di una bellezza post-moderna in tutto e per tutto.

Post: 09 Marzo 2012 Pubblicato in Editoriali

Essere belli è come andare in giro con una lettera di raccomandazione stampata sulla faccia, diceva il filosofo Arthur Shopenhauer agli inizi dell'Ottocento.

Erano tempi in cui l'ideale di bellezza era imbevuto di romanticismo e neoplatonismo e guardava da una parte al modello dell'antica Grecia, dall'altra ai miti del progresso tecnologico e industriale. Su queste due certezze - la gloria dell'antichità e l'industrializzazione del mondo - si fondava l'aspirazione al bello e alla bellezza come pratica inequivocabilmente occidentale.

Da allora molto è cambiato. La bellezza si è rivelata essere mutevole come il resto delle cose umane, soggetta all'andamento economico, alle guerre, alle rivoluzioni, alle mode, al dominio culturale... Sempre più liquida, fluida, ineffabile, essa ha attraversato il Novecento con prepotenza, stringendo alleanza con nuovi e potentissimi mezzi di comunicazione: il cinema, la tivù e, infine, la rete. Capace - per la prima volta nella storia dell'umanità - di raggiungere una larga fetta della popolazione in tempi rapidissimi, la bellezza è divenuta strumento di vendita, dettando legge e conquistando nuovi mercati e a volte trasformandosi nel suo esatto contrario: una creatura mostruosa, avida, innaturale, forzatamente giovane, finta come un giocattolo sessuale evaso dai confini della pornografia. Ma è proprio da questa discesa agli inferi che il bello ideale sta rinascendo. Sotto i nostri occhi, qui e ora, stiamo vivendo la rivoluzione della bellezza.

Una primavera, tra le tante degli ultimi anni. E sono gli stessi strumenti che avevano relegato il bello a bene di consumo che lo stanno oggi restituendo al mondo in tutta la sua complessità, varietà, creatività e fantasia. La rete non diffonde la bellezza, ma milioni di bellezze diverse. La bellezza non sta più in Occidente, e nemmeno è eternamente giovane. Non è bianca, non è nera, ma è un miscuglio di etnie, di generazioni, di generi. È globale perché accessibile a molti in molte parti del mondo, ma è sempre più locale, perché si sta liberando dall'omologazione. Non è un oggetto, ma una costruzione individuale; non è gratuita, ma meritocratica. Non è pubblicità, ma comunicazione. Da qui ricominciamo a reinventare i nuovi assetti mondiali. Democratizzando la bellezza. Perché è attraverso la comunicazione che l'umanità può davvero arrivare a riconoscere la propria bellezza, in tutte le sue forme, in tutte le sue declinazioni.

Post: 01 Marzo 2012 Pubblicato in Rassegna stampa

the next talent

You è media partner di The next talent, il contest dedicato ai giovani talenti del mondo acconciatura, con un maestro e presentatore d'eccezione, Mauro Galzignato

The next talent rappresenterà un trampolino di lancio per i creativi, che potranno presentare al pubblico internazionale di Cosmoprof la propria arte e la loro carica propositiva. Con The next talent, Cosmoprof diventa la piattaforma ideale internazionale per poter realizzare il proprio sogno personale.

Pagina 8 di 10
You are here Quick news